Opinion Leaders Elettrodomestici

Italia, 18 Giugno 2015
Oggi chiunque, prima di effettuare un acquisto di un bene durevole o semi-durevole, prima di prenotare una vacanza, prima di andare in un ristorante, naviga il web per leggere le recensioni e confrontare i prezzi o chiede ad un famigliare di farlo al proprio posto. Per questo motivo credo che la reputazione online sia già determinante da tempo per tutti i professionisti che vogliono veicolare i consumatori verso la propria attività. E’ opportuno, quindi, porre fin da subito la massima attenzione al monitoraggio e al miglioramento della propria reputazione online. Non farlo causerebbe un danno sia ai professionisti del settore che alle aziende che rappresentano.

Cosa pensano gli altri opinion leaders

Pensare che oggi i consumatori cerchino i professionisti sulle Pagine Gialle è un anacronismo. Chiunque abbia bisogno di rivolgersi ad un professionista che non conosce, chiede consiglio ad amici, parenti o colleghi. Nel caso in cui ciò non sia possibile, ci si rivolge alla rete per trovare il più comodo (è fondamentale che il professionista sia geo-referenziato in Google Maps). Avere anche uno strumento che permetta di consultare i giudizi di chi ha già usufruito dei servizi di un professionista sarebbe come avere la raccomandazione da parte di un amico.

Cosa pensano gli altri opinion leaders

Le ricerche più recenti hanno confermato che le scelte dei consumatori sono guidate dalla necessità di perdere meno tempo possibile e di doversi sforzare meno possibile per ottenere ciò che si desidera. Nel mondo delle riparazioni disporre di strumenti che permettano di risparmiare tempo nell'individuazione dei professionisti seri a cui rivolgersi, oppure di seguire lo stato della riparazione del proprio prodotto senza dover telefonare o recarsi presso il punto vendita o il centro di assistenza, potrebbe fare la differenza.

Cosa pensano gli altri opinion leaders

Sono molti gli strumenti che un centro di assistenza può avere a disposizione per raccogliere ed analizzare i dati relativi alla propria attività. Trascurare questi dati significa perdere di vista la direzione in cui si vuole andare. Sarebbe come navigare senza sapere la direzione in cui si sta andando: senza né bussola, né controllo del timone. I dati più importanti che un centro assistenza può e deve sfruttare sono quelli di redditività attraverso un buon gestionale ed i giudizi che di lui hanno i suoi interlocutori: consumatori, punti vendita ed aziende mandanti.

Cosa pensano gli altri opinion leaders

Quello che stiamo attraversando ormai da quasi un decennio non può essere chiamato un periodo di crisi, ma di rivoluzione economica. In questo contesto è fondamentale da parte di qualsiasi operatore economico sfruttare ogni opportunità di business curando ogni dettaglio ed evitare con grande cura qualsiasi spreco di risorse economiche (ad esempio perdite di tempo o spreco di spazi) per recuperare redditività.

Cosa pensano gli altri opinion leaders